Informativa
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per scopi statistici in forma anonima.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca QUI.
Clicca sul bottone PROSEGUI per acconsentire all’uso dei cookie e continuare con la navigazione del sito.

?>

Glossario

Lactealis: riferito alla dentatura decidua.

Lamina dura: sottile strato di osso corticale che riveste l'alveolo. In Xgrafia appare come una sottile linea continua chiara. - L. propria: zona di tessuto connettivo al di sotto di una membrana mucosa nella gengiva. Nella l.p. si distingue una zona papillare contenente vasi e nervi che provengono dall'osso alveolare e dal legamento perodontale e una zona reticolare, più centrale che confina con il periostio dell'osso alveolare.

Laser: light amplification by stimulated emission radiation. La laserterapia ha trovato recentemente ampia applicazione anche in campo odontostomatologico. Ve ne sono di vari tipi: a CO2, YAG, a diodi etc.

Leeway space: spazio di scorrimento, legato alla discrepanza dimensionale esistente tra i denti decidui posteriori e i succedanei permanenti. Nell'arcata inferiore varia in medio da 3,4 a 4,2 mm.

Lembo: intervento di chirurgia orale per la conservazione, ampliamento o spostamento della gengiva. Si distinguono lembi a tutto spessore (mucoperiostei) o a spessore parziale (mucosi).

Lentulo: spirale flessibile che si applica sul manipolo o contrangolo per introdurre il materiale da atturazione canalare.

Leptoprosopo: soggetto con faccia allungata, dolicocefalo.

Leptotrix: microorganismo che si presenta sotto l'aspetto filamentoso senza ramificazioni. Non direttamente patogeno.

Leucoplachia: placca bianca sulla lingua, labbra e mucosa orale con indurimento degli strati mucosi superficiali.

Levigatura (delle radici): asportazione del cemento permeato da endotossine batteriche.

Linder-Harth (indice di): serve per determinare la larghezza dell'arcata nella zona dei premolari. Corrisponde ad una modifica dell'indice di Pont.

Lingula: formazione ossea allungata che anteriormente delimita il foro mandibolare (spina dello Spix).

Lip bumper: mezzo di correzione ortodontica attivato dalla muscolatura labiale e circumolare- Il lip bumper è indicato in periodo di dentizione mista come mantenitore di spazio e per incrementare la lunghezza dell'arcata (Aru).

Lipomatosi: accumulo di grassi nei tessuti.

Lisi: dissoluzione ad opera di sostanze organicheo agenti specifici.

Locked bite: tipo di ingranaggio per il quale i movimenti sono limitati o impediti.

Lisozima: proteina di base della saliva, delle lacrime.

Lock-occlusal: chiusura occlusale.

Lock-pin: chiavistello (ontod.).

Lock-spring: chiusura a molla.

Lock-wedge: chiusura a cuneo.

Ludwing: grave forma di cellulite del pavimento della bocca che raggiunge il faringe.